Il mango: il principe della frutta esotica

Fino a qualche anno fa erano dei completi sconosciuti sulle nostre tavole, ma nel giro di poco tempo i frutti tropicali hanno conquistato un posto stabile tra le preferenze degli italiani in quanto è possibile  trovarli nei più comuni supermercati o fruttivendoli.

Kiwi, banana e cocco oramai sono frutti esotici presenti stabilmente anche sul nostro territorio. Mango, papaia e avocado diventano preziosi su un vassoio di frutta tropicale.

Oggi voglio parlarvi del mango, spiegandovi le sue proprietà nutrizionali.

Il mango e le sue proprietà

Il mango è un frutto esotico d’aspetto molto colorato, appartiene alla famiglia delle Anacardiaceae ed è di origine indiana. Di aspetto ricorda le pesche, ma rispetto a queste è più allungato; può essere completamente verde, giallo, rosso cupo o una combinazione di questi colori. La polpa è di colore giallo arancio, compatta, sugosa e profumata, con pochi o con nessun filamento, il suo sapore ricorda un “frullato” di pesca, arancio e ananas. Il nocciolo è appiattito e piuttosto duro, aderente alla polpa.

Il frutto duro si conserva a temperatura ambiente finché non si ammorbidisce. Da evitare il frigo, perché diminuisce le sue qualità organolettiche. E’ bene rinfrescare il frutto in frigo solo per qualche minuto prima di mangiarlo. Viene consumato al naturale, come sorbetto, in macedonia, in torte di frutta fresca, ma vi invito a provarlo negli estratti di frutta fresca o anche nelle insalate.

I benefici del mango

Oltre ad essere un ottimo frutto dissetante dal gusto dolce, il mango è un vero toccasana per il benessere della salute. I benefici del mango sono molteplici.

Il  mango è un concentrato di vitamina A e C; fornisce 53 calorie per 100 grammi di frutto e presenta una buona dose di potassio e calcio.

Ha proprietà lassative e diuretiche: grazie all’elevato contenuto di sostanze oligominerali, il mango è un frutto che vanta delle proprietà diuretiche e lassative. Questo rappresenta, inoltre, un alimento particolarmente adatto a chi soffre di ritenzione idrica e stitichezza: le fibre agevolano, infatti, la regolarità con benefici per la salute dell’intestino.

Le proprietà digestive: a facilitare il processo di digestione degli alimenti presenti nel mango sono gli enzimi digestivi: esteri, terpeni e aldeidi sono in grado di migliorare l’appetito e la digestione, oltre a svolgere un ruolo primario contro l’acidità di stomaco.

Le proprietà per la pelle: la vitamina A, la vitamina C e i flavonoidi – come il beta-carotene – sono in grado di apportare dei benefici alla pelle: il mango è un frutto ideale da utilizzare per avere una pelle luminosa e sana. Se viene consumato con regolarità, è anche una fonte di vitamina C: questa sostanza aiuta nella formazione del collagene, che mantiene l’elasticità della pelle anche in età matura e rallenta il processo dell’invecchiamento.

Le proprietà per abbassare il colesterolo: il mango presenta elevate quantità di pectina; questa fibra dietetica solubile è ampiamente nota per la sua capacità di ridurre i livelli del colesterolo nel sangue. Di conseguenza, è caldamente consigliato mangiare il mango per ridurre progressivamente il livello di colesterolo.

Le controindicazioni

Il mango non è privo di controindicazioni, se consumato in dosi eccessive: infatti, proprio perché ricco di fibre, questo frutto può provocare coliche e diarrea.